Call for papers

Call for papers

Aura pubblica contributi saggistici afferenti a tutto il campo umanistico. La rivista esce ogni tre mesi, a metà marzo, giugno, settembre e dicembre. Se vuoi sottoporre un tuo contributo, consulta le indicazioni redazionali allegate in basso e inviaci la tua proposta allegando anche la tua biografia scientifica. La direzione si riserva di accettare la proposta, di accettarla chiedendo alcuni cambiamenti all’autore o di rifiutarla.

Contatti

aurarivista@gmail.com

Indicazioni redazionali

Margini simmetrici; 2,5 cm alto, basso, esterno; 3 cm interno. Interlinea singola sia per il corpo del testo che per le note. Allineamento giustificato sia per il corpo del testo che per le note. Rientro (regolabile attraverso il righello di Word) sinistro di 0,5 cm per tutti i capoversi; sinistro e destro di ulteriori 0,5 cm per le citazioni più lunghe di tre righi.
Font Times New Roman. Dimensioni 18 pt per nome e cognome dell’autore; 22 pt per il titolo del saggio; 16 pt per eventuali titoli di paragrafo; 14 pt per il corpo del testo; 12 pt per le citazioni più lunghe di tre righi e per le note a piè di pagina. Corsivo per il titolo del saggio stesso; per eventuali titoli di paragrafo; per i titoli delle opere edite (testi, dipinti, musiche, film ecc.); per le parole straniere. Evitare il grassetto e il sottolineato.
Citazioni dirette più brevi di tre righi vanno nel corpo del testo fra virgolette basse doppie: «…»; quelle più lunghe di tre righi vanno staccate dal corpo del testo e senza virgolette. Per citazioni all’interno di citazioni si usa la seguente gerarchia: «….“…‘..’…”….».
Ogni citazione deve essere accompagnata, in nota a piè di pagina, dall’indicazione della fonte da cui è tratta. Per i libri, la nota deve avere nome e cognome dell’autore, titolo in corsivo, eventuale titolo della raccolta, eventuale numero di volume, eventuale curatore e/o traduttore, città di edizione, casa editrice, anno di edizione, numero/i di pagina. Es.:

Theodor W. Adorno, Il saggio come forma, in Note per la letteratura, traduzione di Enrico De Angelis, Torino, Einaudi, 2012, pp. 3-26.

Per i periodici, la nota deve avere nome e cognome dell’autore, titolo in corsivo, nome della rivista tra virgolette basse doppie «…», eventuale numero di volume, numero della rivista, anno, numero/i di pagina. Es.:

Brian Lennon, The Essay, in Theory, in «Diacritics», vol. 38, n. 3, 2008, pp. 71-92.

Le indicazioni bibliografiche complete vanno fornite solo alla prima citazione, per le successive basta indicare nome puntato e cognome dell’autore, titolo in corsivo seguito da cit. e numero/i di pagina. Nel caso in cui si indichi un’opera dello stesso autore della nota precedente, si usi Id. al posto del nome e cognome. Se la stessa indicazione bibliografica è data alla nota immediatamente precedente, è sufficiente usare Ivi e numero/i di pagina; nel caso anche il numero di pagina sia lo stesso indicato alla nota precedente si usi Ibidem.

Aura © 2020      ISSN 2723-9527      Direzione      Newsletter      Donazioni      Privacy Policy      Cookie Policy